Condividi
Preferiti
Crea itinerario fino qui
Fitness
Bici da corsa

Durone - Valle del Chiese - Ledro - Biacesa

Bici da corsa · Valle del Chiese e Giudicarie centrali
Responsabile del contenuto
Garda Trentino Partner verificato  Explorers Choice 
  • Lago di Ledro
    / Lago di Ledro
    Foto: lo.tangelini (flickr), Garda Trentino
Cartina / Durone - Valle del Chiese - Ledro - Biacesa
300 600 900 1200 m km 10 20 30 40 50 60 70 80 90

Un tour lungo e impegnativo, senza un metro di pianura. Un continuo saliscendi con salite abbastanza impegnative. Strade poco trafficate e paesaggi molto caratteristici.

difficile
91,8 km
5:00 h.
2118 m
1794 m

Questo itinerario propone la salita al Passo del Ballino e al Passo del Duron, attraversando poi Tione e la Valle del Chiese, prima di risalire verso la Valle di Ledro. Un tour fantastico, caratterizzato da strade poco trafficate e da paesaggi suggestivi. Lungo il percorso si incontrano addirittura cinque specchi d'acqua (Lago di Garda, di Tenno, di Roncone, d'Ampola e di Ledro). Dal punto di vista tecnico, questo tragitto è abbastanza impegnativo. Per usare un termine ciclistico si potrebbe definire un “mangia e bevi”, ovvero un continuo saliscendi senza un metro di pianura, per un dislivello totale che supera i 2000 metri.

 

Giunti a Biacesa, il ritorno verso Riva del Garda può avvenire utilizzando il servizio di BiciBus (attivo dal 16/06 al 16/09), oppure lungo la Ponale per bici gravel. Con la stessa modalità è possibile spostarsi a Riva del Garda e iniziare il tour per chi proviene dalla Valle di Ledro.

Consiglio dell'autore

Vietato dimenticarsi la macchina fotografica: i cinque specchi d'acqua che incontriamo lungo questo percorso meritano di essere immortalati.

outdooractive.com User
Autore
Valentina Bellotti
Ultimo aggiornamento: 23.10.2018

Difficoltà
difficile
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
1022 m
Punto più basso
69 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Consigli di sicurezza

  1. Controlla la tua bici regolarmente, soprattutto se è da anni che ti accompagna sulla strada.
  2. Renditi visibile: il giubbotto catarifrangente (o le bretelle riflettenti) è sempre obbligatorio in galleria e sulle strade extraurbane dopo il tramonto.
  3. Metti sempre il casco.
  4. Assicurati che le luci anteriori e posteriori della bici siano funzionanti.
  5. Mostra in anticipo l'intenzione di spostarti utilizzando le braccia e, prima di muoverti, controlla che non ci siano veicoli in avvicinamento alle tue spalle.
  6. Non utilizzare cuffie o auricolari del cellulare: in strada serve tutta la tua attenzione!
  7. Rispetta la segnaletica stradale: fermati ai semafori e non andare contromano.
  8. Se pedali in gruppo, procedi sempre in fila indiana.
  9. Hai il campanello, usalo per segnalare la tua presenza ai pedoni. Evita di salire sui marciapiedi e, se è necessario, porta la bici a mano.
  10. Se ci sono delle piste ciclabili, usale: ne va della tua sicurezza ed è un obbligo secondo il Codice della strada.

Attrezzatura

Le uscite in sella alla vostra bici da corsa, che siano solitarie o in compagnia dei vostri amici, richiedono abbigliamento e attrezzatura specifica. Anche in occasione di uscite relativamente brevi e agevoli, è sempre meglio essere ben equipaggiati per non incorrere in spiacevoli imprevisti come un temporale improvviso o un calo di energia.

Non paragonare la bici da corsa alla mtb: salite che risultano essere facilmente percorribili con una mountain bike potrebbero non esserlo in sella a una road bike. Le differenze tecniche fra i due tipi di bicicletta, infatti, potrebbero rendere certe pendenze proibitive per molti appassionati.

Ricordati inoltre di valutare bene il tipo di percorso che stai affrontando, le località che prevedi di attraversare e la stagione in corso. Il Garda Trentino è ricco di gallerie, all'interno delle quali è molto importante rendersi ben visibili. Ha piovuto? Attenzione! La vernice delle linee bianche e delle strisce pedonali risulta molto scivolosa.

Cosa portare con se durante un'uscita in bici da corsa?

  • Casco
  • Guanti da bici
  • Occhiali da bici
  • Giacca antivento e antipioggia
  • Luci anteriori e posteriori
  • Giubbotto catarifrangente (o bretelle riflettenti)
  • Snack (frutta secca o barrette)
  • Borraccia d'acqua (o sali minerali)
  • Kit di riparazione (Leve per pneumatici, minipompa, camera d'aria di scorta)

Lasciate sempre detto a qualcuno dove siete diretti e quanto tempo avete previsto per la vostra escursione.

Infine il numero telefonico in caso di emergenza è il 112

Ulteriori informazioni e link

  • Per ulteriori informazioni su percorsi, servizi bike (noleggi, officine, shop, ecc...) e alloggi a misura di sportivo:  APT Garda Trentino - Tel. +39 0464 554444 - www.gardatrentino.it

Start

Riva del Garda - Ufficio Informazioni (69 m)
Coordinate:
Geografico
45.885058, 10.844878
UTM
32T 643148 5082931

Arrivo

Biacesa di Ledro

Percorso

Questo itinerario ha inizio a Riva del Garda, presso l'ufficio informazioni di Garda Trentino in Largo Medaglie d'Oro. Procediamo in direzione nord, seguendo le indicazioni per la Valle di Ledro. Percorsi circa 3 km, prima della galleria che porta a Ledro, svoltiamo a sinistra e cominciamo la dolce salita che porta al Lago di Tenno. Durante questa ascesa possiamo godere della vista dall'alto del lago di Garda. Proseguiamo poi in direzione Passo del Ballino, lasciandoci le acque turchesi del Lago di Tenno alla nostra destra. Inizia ora un tratto in discesa che ci porta verso il comune di Fiavè, famoso per le sue palafitte. Giunti nel centro abitato svoltiamo a sinistra, seguendo le indicazioni per Passo Duron. Pedaliamo su questa salita non eccessivamente impegnativa, che precede una discesa lunga e tecnica. Attraversiamo gli abitati di Zuclo e di Bolbeno, prima di incontrare il bivio con la SS237, al quale giriamo a sinistra. Alla successiva rotonda prendiamo la terza uscita a sinistra, direzione Brescia. Questa strada dapprima sale verso Bondo e in seguito scende verso la Valle del Chiese. Nella frazione di Pradibondo comincia un tratto di ciclabile, facilmente visibile perchè inizialmente costeggia la statale. Come vedremo, questa ciclabile si interrompe più volte, alternandosi con la statale: consigliamo di seguire attentamente le indicazioni per non perderla mai di vista. Nella prima parte della discesa incontriamo il terzo lago di giornata, il lago di Roncone: lo costeggiamo lungo la sua sponda destra. Dopo un tratto in statale riprendiamo la pista ciclabile sulla sinistra, che percorriamo per circa 3 chilometri. Al nuovo ricongiungimento con la statale, giriamo a destra e percorriamo 350 metri nella direzione opposta a quello che era il nostro senso di marcia. Giriamo ora a sinistra, direzione Rio Caino. Questa piccola inversione di marcia ci permette di prendere la giusta via per recuperare la ciclabile, che incontriamo di nuovo dopo 1,5 chilometri. Passiamo sotto al cavalcavia della statale, e giriamo a sinistra. Ora seguiamo i cartelli stradali, che ci conducono al Bici Grill di Condino, dove la ciclabile prosegue sulla sinistra. All'incrocio con la statale la ciclabile prosegue dritta verso il Lago d'Idro, noi invece svoltiamo a sinistra e iniziamo la salita su strada verso la Valle di Ledro. Dopo una decina di chilometri, superato il Lago d'Ampola, sarà ben visibile un cartello che ci indica dove ricomincia la pista ciclabile. La strada ora comincia a scendere, fino a giungere al Lago di Ledro, che costeggiamo da sinistra. Il nostro tour termina poco sotto, a Biacesa. L'accesso alla galleria è vietato alle bici, quindi il ritorno verso Riva del Garda può avvenire utilizzando il servizio di BiciBus (attivo dal 17/06 al 17/09), oppure lungo la Ponale, per chi pedala su bici gravel.

Mezzi pubblici

Raggiungibile con mezzi pubblici

I centri del Garda Trentino - Riva del Garda, Torbole sul Garda, Nago e Arco - sono collegati da diverse linee urbane ed extraurbane, che permettono di raggiungere i punti d'accesso al sentiero.

Per informazioni aggiornate su orari e tratte: www.gardatrentino.it

 

Riva del Garda e Torbole sul Garda sono raggiungibili anche con il servizio di navigazione pubblica. Per informazioni aggiornate su orari e tratte: www.gardatrentino.it

 

Come arrivare

Come raggiungere il Garda Trentino: www.gardatrentino.it

 

Dove parcheggiare

Possibilità di parcheggio gratuito a Riva del Garda presso il vecchio ospedale di Riva (via Rosmini) ed Ex Cimitero (Viale D. Chiesa).

Ulteriori parcheggi a pagamento: Giardini di Porta Orientale, Terme Romane, Viale Lutti (Ex. Agraria), Monte Oro, Blue Garden.

Calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina, a piedi o in bicicletta.

Mappe e cartine consigliate

  • Cartina BIKE Garda Trentino  - In vendita presso uffici informazione di Riva del Garda, Arco e Torbole e ordinabile online

Libri & cartine

Mostra tutto


Domanda e risposta

Fai la prima domanda

Hai dei dubbi? Scrivi la tua domanda e fatti aiutare dalla community!


Recensioni

Sei il primo

Condividi la tua esperienza!


Foto aggiuntive


Difficoltà
difficile
Lunghezza
91,8 km
Durata
5:00 h.
Salita
2118 m
Discesa
1794 m
Raggiungibile con mezzi pubblici Panoramico Ristori lungo il percorso Rilevanza culturale / storico Interesse botanico

Statistica

: ore
 km
 m
 m
Punto più alto
 m
Punto più basso
 m
Mostra il profilo altimetrico Nascondi il profilo altimetrico
Sposta le frecce a sinistra e a destra per cambiare il ritaglio visualizzato.