Condividi
Preferiti
Stampa/PDF
GPX
KML
Crea itinerario fino qui
Plugin
Fitness
Ciclismo

1. Garda Trentino Discover: dalle rive del lago a Sarche

Ciclismo • Lago di Garda
Responsabile del contenuto
Garda Trentino
  • La pista ciclabile lungo il Sarca, con il castello di Arco sullo sfondo
    / La pista ciclabile lungo il Sarca, con il castello di Arco sullo sfondo
    Foto: R. Vuillemier, Garda Trentino
  • Il ponte romano di Ceniga
    / Il ponte romano di Ceniga
    Foto: R. Vuillemier, Garda Trentino
  • Tra i frutteti della Valle del Sarca
    / Tra i frutteti della Valle del Sarca
    Foto: R. Vuillemier, Garda Trentino
  • Il ponte ciclabile a Torbole
    / Il ponte ciclabile a Torbole
    Foto: APT Garda Trentino, Garda Trentino
Cartina / 1. Garda Trentino Discover: dalle rive del lago a Sarche
0 150 300 450 m km 10 20 30 40 50 60

Una pedalata tra il lago di Garda e il lago di Cavedine, su pista ciclabile e strade secondarie, che permette di scoprire la varietà di paesaggi che caratterizza il Garda Trentino.

difficile
64,7 km
4:58 h.
442 m
442 m

Un percorso facile, consigliato a chi vuole esplorare il Garda Trentino in sella alle due ruote. Dalle sponde del lago di Garda si risale prima verso Arco, percorrendo la conca caratterizzata dalla presenza degli ulivi, e poi lungo il corso del fiume Sarca, attraverso vigneti e frutteti. Il rientro tocca invece il lago di Cavedine, altro pittoresco specchio d'acqua della zona, e conduce a Torbole, una delle località più note del Garda Trentino.

Questo itinerario permette di apprezzare la diversità e la ricchezza di paesaggio che offre il Garda Trentino: da un paesaggio tipicamente mediterraneo ci si sposta verso un ambiente più montano, passando anche attraverso la zona delle Marocche, chiamate anche "valli della Luna". Si tratta di un'area protetta per le sue caratteristiche uniche: siamo infatti nella più grande frana post glaciale dell'arco alpino, caratterizzata da un clima arido molto diverso da quello della zona circostante. 

Consiglio dell'autore

Non dimenticate di portare la macchina fotografica: tra lago, castelli, boschi e frutteti questo percorso riassume la bellezza del Garda Trentino!

outdooractive.com User
Autore
Valentina Bellotti
Ultimo aggiornamento: 22.10.2018

Difficoltà
difficile
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Livello sul mare
276 m
62 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Consigli per la sicurezza

  • Controlla la tua bici regolarmente, soprattutto se è da anni che ti accompagna sulla strada.
  • Renditi visibile: il giubbotto catarifrangente (o le bretelle riflettenti) è sempre obbligatorio in galleria e sulle strade extraurbane dopo il tramonto.
  • Metti sempre il casco.
  • Assicurati che le luci anteriori e posteriori della bici siano funzionanti.
  • Mostra in anticipo l'intenzione di spostarti utilizzando le braccia e, prima di muoverti, controlla che non ci siano veicoli in avvicinamento alle tue spalle.
  • Non utilizzare cuffie o auricolari del cellulare: in strada serve tutta la tua attenzione!
  • Rispetta la segnaletica stradale: fermati ai semafori e non andare contromano.
  • Se pedali in gruppo, procedi sempre in fila indiana.
  • Hai il campanello, usalo per segnalare la tua presenza ai pedoni. Evita di salire sui marciapiedi e, se è necessario, porta la bici a mano.
  • Se ci sono delle piste ciclabili, usale: ne va della tua sicurezza ed è un obbligo secondo il Codice della strada.

Nota:

Le piste ciclabili del Trentino sono di norma chiuse con ordinanza provinciale dal 15 novembre al 15 aprile. Fanno eccezione le ciclabili dell'Adige e del Basso Sarca/Garda Trentino. dove vige il divieto di percorrenza solo in caso di presenza di ghiaccio o di nevicate in corso.  

Come immaginerai, la percorribilità degli itinerari in un ambiente montano è strettamente legata alle condizioni contingenti e dipende quindi da fenomeni naturali, cambiamenti ambientali e condizioni meteo. Per questo motivo, le informazioni contenute in questa scheda potrebbero aver subito variazioni. Prima di partire, informati sullo stato del percorso contattando il gestore dei rifugi sul tuo percorso, le guide alpine, i centri visitatori dei parchi naturali e gli uffici turistici.

Ulteriori informazioni e link

  • Dopo Pietramurata la pista ciclabile si sviluppa tra numerosi vigneti: siamo nella zona di produzione del Vino Santo, una eccellenza del territorio altogardesano presidio Slow Food. Si tratta di un vino dolce che viene prodotto in quantità limitata, spremuto tradizionalmente il Venerdì Santo, ricavato dalla varietà autoctona di uva Nosiola. Lungo il percorso sono preseni numerose cantine e azienda agricole dove è possibile degustare questa specialità del Garda Trentino.
  •  Per ulteriori informazioni su percorsi, attività, eventi  e hotel del Garda Trentino: APT Garda Trentino - Tel. +39 0464 554444 - www.gardatrentino.it

Punto di partenza

Ufficio informazioni Garda Trentino - Riva del Garda (68 m)
Coordinate:
Geografico
45.884892, 10.844750
UTM
32T 643138 5082913

Arrivo

Ufficio informazioni Garda Trentino - Riva del Garda

Percorso

Dall’ufficio informazioni di Riva del Garda si pedala verso la rotonda accanto all'ufficio postale, quindi si prosegue su viale Damiano Chiesa e si svolta poi a sinistra seguendo le indicazioni per Limone sul Garda. Dopo poche decine di metri, alla rotonda, si prosegue diritti. Si imbocca poi la prima la prima strada a destra (Via Ardaro). Si gira a destra e si continua a pedalare su via Marone; verso la fine della strada, sulla destra, la ciclabile ci permette di evitare la rotonda. Oltrepassando la rotonda, si prosegue dall’altra parte della strada fino alla seconda rotonda dove si prende la terza uscita. Qui si pedala in leggera salita. Arrivati allo stop si gira a sinistra: siamo ora a Varone, una frazione di Riva del Garda.

Dopo il semaforo si prende la ciclabile sul lato destro della strada e si prosegue costeggiando un fiumiciattolo. Terminata la ciclabile, si pedala per un breve tratto sulla strada principale, in salita. Poche centinaia di metri e sulla sinistra vediamo le indicazioni della Cascata del Varone.

Si prosegue sulla strada principale e, al bivio successivo, ci si mantiene sulla destra. Arrivati al semaforo, si gira a sinistra e si raggiunge Ceole. Qui inizia una breve discesa che porta al convento della Madonna delle Grazie. Allo stop si svolta a sinistra, si rimane per un breve tratto sulla strada principale quindi si svolta nuovamente a sinistra in direzione San Giovanni al Monte, quindi si gira a destra in Via San Giuseppe. Ci troviamo ore nella frazione di Varignano.

Si supera lo stop, quindi si prende la prima strada a destra e, allo stop successivo, si gira a sinistra e si raggiunge Vigne, un'altra piccola frazione di Arco. Pedalando su Via Verdi, si arriva alla chiesa, dove si gira a destra per via Passo Buole. Alla fine della via, si gira a destra e poi sinistra: siamo ora sulla strada principale (via Capitelli). Poco prima del centro di Arco, la strada fa una curva a destra: qui si prosegue diritti imboccando viale delle Magnolie, una via pedonale che porta diritti in centro.

Con la chiesa collegiata alle spalle si imbocca sulla destra via Segantini e si prosegue fino alla fine della via, dove si gira a sinistra. Si pedala ora lungo via Caproni Maini, larga e ben asfaltata.  La strada è un continuo alternarsi di salite, brevi tratti in discesa e tratti pianeggianti. Sulla sinistra ci accompagna la parete del Colodri, mentre a destra meleti e vigneti seguono la riva del fiume Sarca. Arrivati al ponte romano di Ceniga si svolta a destra e si raggiunge il paese. Si segue la strada in direzione Dro. Attraversato il centro, si arriva a una rotonda, dove si prende la terza uscita. Dopo un breve tratto tra le case, inizia la pista ciclabile protetta e riservata.

Seguendo la segnaletica, si percorre la ciclabile, con il fiume Sarca sulla sinistra. Attenzione: all'altezza della centrale di Fies la ciclabile presenta un tratto cementato molto ripido. La ciclabile prosegue verso Pietramurata, di cui attraversa il centro per poi dirigersi a nord, in una zona completamente pianeggiante. Nei pressi di Sarche la ciclabile termina: qui si gira a destra e quindi subito a destra.

Alla rotonda si prende la seconda uscita in direzione Ponte Oliveti: qui si rimane sulla strada principale seguendo le indicazioni per Riva del Garda. La strada attraversa Pergolese, un piccolo centro abitato, e porta poi al lago di Cavedine. Qui si svolta a destra, si attraversa il ponte e si ritrova la pista ciclabile che per un tratto costeggia il lago, per poi immergersi nella campagna. Seguendo le indicazioni, si arriva ad un bivio dove si svolta a sinistra.  Con un piacevole saliscendi, la ciclabile porta fino al “taglio del Sarca”, dove inizia una bella discesa nel bosco.

L'itinerario si ricongiunge poi alla ciclabile percorsa all'andata, nei pressi della centrale di Fies. Attenzione al tratto cementato, da affrontare ora in discesa. Seguendo la segnaletica si torna a Dro e quindi a Ceniga. Superato il centro, sulla destra dopo il campo sportivo, la segnaletica riporta verso la pista ciclabile. Si pedala per alcuni chilometri sulla pista che costeggia il fiume Sarca, fino a raggiungere un bar sulla sinistra. Qui si abbandona la pista e si sale lungo una stradina asfaltata: al semaforo si attraversa la strada e si svolta a destra. Seguendo la strada si arriva a San Martino, dove si passa sotto un arco. Allo stop si svolta a sinistra e poi di nuovo a sinistra, passando sotto a un portico che conduce alla piazza di Massone.

Pedalando sempre diritti, tra vigneti e ulivi, si raggiunge Bolognano e quindi Vignole. Al semaforo si attraversa la strada e si svolta immediatamente a sinistra. Superato il maneggio sulla sinistra, alla fine della strada, si svolta a destra e si prosegue sulla strada principale fino a Pratosaiano. La strada prosegue fino a una rotonda: qui si imbocca la terza uscita seguendo la segnaletica per la ciclabile. Una volta sulla pista, si prosegue fino alla passerella sul fiume Sarca: attraversato il fiume, ci si immette sulla ciclabile che porta a Torbole. Arrivati alla foce del fiume si svolta a destra: in breve si raggiunge il tratto di ciclabile a sbalzo sul lago di Garda. Seguendo le indicazioni, si raggiunge poi la ciclabile lungolago che riporta in breve tempo al punto di partenza.

Mezzi pubblici

Raggiungibile con mezzi pubblici

Riva del Garda, punto di partenza dell'escursione, è collegata agli altri centri del Garda Trentino da numerose linee urbane ed extraurbane. Info e orari: www.gardatrentino.it 

Come arrivare

Riva del Garda è facilmente raggiungibile (ca. 18km) dal casello Rovereto Sud - Lago di Garda Nord.
Altre indicazioni per raggiungere il Garda Trentino: www.gardatrentino.it

Dove parcheggiare

Presso l'ufficio informazioni di Riva del Garda sono disponibili diversi parcheggi a pagamento. Il parcheggio libero più vicino si trova in via Galas (ca. 500 m dall'ufficio).

Calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina, a piedi o in bicicletta.

Mappe e cartine consigliate

  • Cartina Bike Garda Trentino - In vendita presso gli uffici informazione Riva del Garda, Arco e Torbole e ordinabile online

Libri consigliati

Mostra tutto

Community

 Commenti
 Segnalazioni
Pubblicare
  Indietro
Segna un punto sulla mappa
(Clicca sulla mappa)
oppure
Punto consigliato:
Il punto puó essere spostato direttamente sulla mappa
Cancella X
Modifica
Annulla X
Modifica
modifica il punto sulla mappa
Video
*Campo obbligatorio
Pubblicare
Si prega di inserire un titolo
Prego inserisci una descrizione.
Difficoltà
difficile
Lunghezza
64,7 km
Durata
4:58 h.
Salita
442 m
Discesa
442 m
Raggiungibile con mezzi pubblici Itinerario circolare Panoramico Ristori lungo il percorso Culturale / storico Interesse geologico Itinerario consigliato

Statistica

: ore
 km
 m
 m
Punto più alto
 m
Punto più basso
 m
Mostra il profilo altimetrico Nascondi il profilo altimetrico
Sposta le frecce a sinistra e a destra per cambiare il ritaglio visualizzato.