Condividi
Preferiti
Crea itinerario fino qui
Fitness
Mountain bike

747. Lomaso Explorer (Cross Country)

Mountain bike · Garda Trentino
Responsabile del contenuto
Garda Trentino Partner verificato  Explorers Choice 
  • Salita verso Padaro coi tipici colori invernali
    / Salita verso Padaro coi tipici colori invernali
    Foto: M. Giacomello, Garda Trentino
  • Punto panoramico nei pressi di Mandrea
    / Punto panoramico nei pressi di Mandrea
    Foto: M. Giacomello, Garda Trentino
  • Panorama in località San Giovanni
    / Panorama in località San Giovanni
    Foto: APT Garda Trentino, Garda Trentino
  • La strada a Marcarie
    / La strada a Marcarie
    Foto: Archivio Garda Trentino, Garda Trentino
  • Scorcio sulla vallata del Lomaso
    / Scorcio sulla vallata del Lomaso
    Foto: M. Giacomello, Garda Trentino
  • I prati nei dintorni di Malga di Vigo
    / I prati nei dintorni di Malga di Vigo
    Foto: M. Giacomello, Garda Trentino
  • / La pista ciclabile lungo il fiume Sarca, in direzione di Pietramurata
    Foto: M. Giacomello, Garda Trentino
0 300 600 900 1200 m km 10 20 30 40 50 Parco Arciducale Arboreto

Percorso con uno sviluppo superiore ai 50 km e 1360 m di dislivello, privo di particolari difficoltà tecniche, se non per qualche tratto ripido su strade forestali.

difficile
53,3 km
7:59 h.
1975 m
1975 m

L'itinerario qui proposto ci porta nella tranquilla zona del Lomaso per poi rientrare verso il Garda, in gran parte su ciclabile e strade secondarie, lungo la Valle del Sarca. Oltre 50 km di sviluppo con pendenze importanti sia in salita che in discesa. Si alternano lunghi tratti su asfalto a strade sterrate solitamente ben tenute.
I panorami sono notevoli su entrambi i versanti: da una parte si apprezza la bassa Valle del Sarca, dall'altra ci si affaccia alle Dolomiti di Brenta. Se le pendenze non sono un problema, e si è in grado di gestire bene la frenata, potrebbe anche essere affrontato con una bici gravel. Con le condizioni meteo degli ultimi anni, questo itinerario può essere percorso gran parte dell'anno.

Consiglio dell'autore

Malga San Giovanni, con i suoi piatti tipici della cucina trentina, è un punto di sosta imperdibile per ogni biker. 

outdooractive.com User
Autore
Valentina Bellotti
Ultimo aggiornamento: 12.03.2019

Difficoltà
S1 difficile
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
1117 m
Punto più basso
83 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Consigli per la sicurezza

CODICE DI COMPORTAMENTO PER UN BIKING SOSTENIBILE

  • Pianificate la vostra uscita
  • Condividete i sentieri con gli altri fruitori
  • Date sempre la precedenza agli escursionisti a piedi
  • Controllate la velocità in base alla vostra esperienza
  • Percorrete lentamente i sentieri affollati, sorpassate con cortesia e rispetto
  • Non abbandonate mai i percorsi segnalati, non percorrere sentieri chiusi
  • Evitate i sentieri in caso di fango per non danneggiarli ulteriormente
  • Rispettate la natura, il sentiero, le piante e gli animali
  • Non spaventate gli animali
  • Non abbandonate i rifiuti
  • Rispettate la proprietà pubblica e privata
  • Siate sempre autosufficienti
  • Non viaggiate soli in zone isolate
  • Lasciate impronte leggere e limitatevi a scattare foto come ricordo dell’uscita

INDOSSATE SEMPRE IL CASCO!

Suggerimenti tratti dai codici di comportamento NORBA E IMBA.

 

Le informazioni contenute in questo scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha quindi valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. In questo senso decliniamo ogni responsabilità per eventuali cambiamenti subiti dall’utente. Si consiglia, comunque, di accertarsi, prima di effettuare un’escursione, sullo stato dei luoghi e sulle condizioni ambientali o meteorologiche.

Attrezzatura

Le escursioni in sella alla vostra bicicletta richiedono abbigliamento e attrezzatura specifica. Anche in occasione di uscite relativamente brevi e agevoli, è sempre meglio essere ben equipaggiati per non incorrere in spiacevoli sorprese e per fronteggiare imprevisti come ad esempio un temporale improvviso o un calo di energia: anche gli imprevisti fanno parte del divertimento!

Ricordati inoltre di valutare bene il tipo di percorso che stai affrontando, le località che prevedi di attraversare e la stagione in corso. Ha piovuto? Attenzione! I sentieri saranno più scivolosi e quindi bisogna essere più cauti.

Cosa portare con sè durante un escursione in bicicletta?

  • scorta d'acqua adeguata in base al proprio fabbisogno (considerate temperatura, possibilità di rifornimento, durata del percorso)
  • snack (per esempio, frutta secca o barrette)
  • giacca antivento e antipioggia
  • maglia e calze di ricambio
  • crema solare
  • occhiali da sole
  • guanti da bici
  • mappa o dispositivo gps
  • torcia meglio se da casco o manubrio (un imprevisto o un guasto tecnico possono dilungare i tempi dell'escursione)
  • kit di primo soccorso
  • kit di riparazione bici per rimediare incidenti meccanici
  • fischietto di segnalazione

Lasciate sempre detto a qualcuno dove siete diretti e per quanto tempo avete previsto per la vostra escursione.

Infine il numero telefonico in caso di emergenza è il 112.

Ulteriori informazioni e link

  •  Questo è un percorso ufficiale della Rete Provinciale dei percorsi MTB del Garda Trentino, regolarmente manutentato e accompagnato da un'apposita segnaletica. Un sunto della normativa è a disposizione sul nostro sito: www.gardatrentino.it
  • Per ulteriori informazioni su percorsi, servizi bike (noleggi, officine, shop, ecc...) e alloggi a misura di biker: 
    APT Garda Trentino - Tel. +39 0464 554444 - www.gardatrentino.it
  • I testi relativi al percorso descritto in questa scheda sono a cura di Marco Giacomello, guida mtb.

Start

Arco - Parcheggio di Caneve (84 m)
Coordinate:
Geografico
45.916498, 10.889194
UTM
32T 646503 5086505

Arrivo

Arco - Parcheggio di Caneve

Percorso

La traccia fornita ha come punto di partenza Arco; più precisamente, la pista ciclabile nei pressi del parcheggio Caneve. Seguendo le indicazioni iniziali, ci avviamo verso il centro dell'abitato dove non incontreremo cartelli che indichino la direzione da seguire. Tuttavia, è facile individuare e raggiungere la chiesa, nel cuore del paese, e attraversare Piazza 3 Novembre lasciandoci l'edificio alle nostre spalle. All'estremità sinistra della piazza, dove inizia via Vergolano, imbocchiamo il vicolo alla nostra destra per poi svoltare subito a sinistra su Via del Dosso. Seguiamo il caratteristico vicolo, che si addentra nella parte vecchia di Arco, e proseguiamo su via Stranfora. Proseguiamo sempre diritti lasciando la piccola chiesa di San Bernardino sulla nostra sinistra. Superata anche una caratteristica fontana, saliamo ancora qualche metro per poi svoltare a sinistra e attraversare la porta delle antiche mura (Porta Stranfora). Proseguiamo verso destra superando l'ingresso del Parco Arciducale e svoltiamo quindi a sinistra.

Dai successivi bivi, ritroviamo le indicazioni del nostro percorso, contraddistinte dal numero 747, che ci portano ad attraversare l'Olivaia di Arco. Le pendenze qui, sono in alcuni tratti veramente impegnative. Giunti a incontrare la strada asfaltata, teniamo la destra e la seguiamo in direzione di Padaro, che dista circa un chilometro. Nei pressi dell'abitato, dove troviamo anche una sorgente d'acqua, la salita si addolcisce ma rimane comunque con una certa costanza intorno al 10%.

Proseguiamo sempre diritti, seguendo la carreggiata principale e superiamo così, anche le località di Mandrea e Doss del Cléf. Giunti a San Giovanni al Monte, c'è la possibilità di fermarsi sull'omonima malga per un pranzo in quota. E' una meta classica per i ciclisti della zona ma, per raggiungere il punto più elevato del percorso, bisogna salire ancora un centinaio di metri. In località Marcarie, si torna a pedalare su fondo sterrato e scolliniamo, a un'altitudine di poco superiore ai 1100 m. Da qui, sempre ben guidati dalla segnaletica, proseguiamo su una forestale a tratti cementata e con pendenze importanti. Perdiamo così rapidamente quota, addentrandoci nel Lomaso. Ritrovato nuovamente l'asfalto, giungiamo a un incrocio nei pressi della chiesetta di San Silvestro. Teniamo qui la destra seguendo la strada in direzione di Lundo. Dopo un chilometro in leggera salita, incontriamo la strada provinciale e teniamo la sinistra in direzione di Poia. Attraversiamo il centro abitato supportati dalla segnaletica in direzione della frazione di Godenzo, dove troviamo anche una sorgente d'acqua. Proseguendo su tranquille strade di campagna asfaltate, con splendidi scenari, arriviamo a incontrare la strada statale per Sarche. E' questo, l'unico tratto di strada del percorso sempre piuttosto trafficato. Prestiamo pertanto la dovuta attenzione e procediamo sul lato destro della strada, fino ad incontrare l'inizio della ciclabile, sull'altro lato della carreggiata. La imbocchiamo e la seguiamo fino a ritrovare la strada provinciale. Torniamo quindi sulla strada, percorrendo 4 tornanti, per poi trovare, sulla nostra destra, la pista ciclabile nei pressi di Sarche.

Costeggiando il fiume Sarca, seguiamo il percorso ciclabile in direzione del Garda, fino a Pietramurata. Giunti di fronte alla chiesa, teniamo la sinistra e seguiamo via Cavedine, fino ad attraversare il ponte sul canale Rimone. Teniamo quindi la destra e seguiamo questa tranquilla strada verso il vicino lago di Cavedine. Costeggiandolo, lo superiamo e proseguiamo fra le suggestive Marocche di Dro. Giunti all'incrocio con la strada provinciale per Drena, teniamo la destra e scendiamo verso il fondo valle. Dopo circa 1,5 km, sulla nostra destra, le indicazioni ci portano a imboccare una strada secondaria, che ci riconduce alla ciclabile per Dro. All'ingresso dell'abitato, la pista si interrompe ma, le chiare indicazioni rivolte ai ciclisti, ci guidano ad attraversarlo e proseguire in direzione di Ceniga. All'uscita di quest'ultimo villaggio, sulla nostra destra ritroviamo la ciclabile che ci riconduce fino ad Arco, nostro punto di partenza.

Mezzi pubblici

Raggiungibile con mezzi pubblici

I centri del Garda Trentino - Riva del Garda, Torbole sul Garda, Nago e Arco- sono collegati da diverse linee urbane ed extraurbane, che permettono di raggiungere i punti d'accesso al sentiero. Per informazioni aggiornate su orari e tratte: www.gardatrentino.it

Informazioni sui trasporti pubblici per la bici: www.gardatrentino.it

Come arrivare

Come raggiungere il Garda Trentino: www.gardatrentino.it

Dove parcheggiare

Possibilità di parcheggio gratuito a Caneve (5 minuti a piedi dal centro).

Ulteriori parcheggi a pagamento presso Foro Boario, Via Caproni Maini (Parcheggio al Ponte), Posta (Via Monache).

Calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina, a piedi o in bicicletta.

Mappe e cartine consigliate

  • Cartina BIKE Garda Trentino- In vendita presso gli uffici informazione di Riva del Garda, Arco e Torbole e ordinabile online

Libri & cartine

Mostra tutto

Cartine consigliate

Mostra tutto


Domanda e risposta

Fai la prima domanda

Hai dei dubbi? Scrivi la tua domanda e fatti aiutare dalla community!


Recensioni

Sei il primo

Condividi la tua esperienza!


Foto aggiuntive


Difficoltà
S1 difficile
Lunghezza
53,3 km
Durata
7:59 h.
Salita
1975 m
Discesa
1975 m
Raggiungibile con mezzi pubblici Itinerario circolare Panoramico Ristori lungo il percorso

Statistica

: ore
 km
 m
 m
Punto più alto
 m
Punto più basso
 m
Mostra il profilo altimetrico Nascondi il profilo altimetrico
Sposta le frecce a sinistra e a destra per cambiare il ritaglio visualizzato.