Condividi
Preferiti
Stampa/PDF
GPX
KML
Crea itinerario fino qui
Plugin
Fitness
Trekking Tappa

GardaTrek - Medium Loop 2: dal Rifugio San Pietro a Ceniga

Trekking · Garda Trentino
Responsabile del contenuto
Garda Trentino Partner verificato  Explorers Choice 
  • Vedesé
    / Vedesé
    Foto: Archivio Garda Trentino - Ph. A. Seneci, Garda Trentino
  • Attraversando Bondiga
    / Attraversando Bondiga
    Foto: Archivio Garda Trentino - Ph. A. Seneci, Garda Trentino
  • Verso Bocca di Tovo
    / Verso Bocca di Tovo
    Foto: Archivio Garda Trentino - Ph. A. Seneci, Garda Trentino
  • Scendendo verso Laghel
    / Scendendo verso Laghel
    Foto: Archivio Garda Trentino - Ph. A. Seneci, Garda Trentino
  • Il ponte romano a Ceniga
    / Il ponte romano a Ceniga
    Foto: Archivio Garda Trentino, Garda Trentino
  • Il ponte romano a Ceniga con la piccola spiaggia sul fiume
    / Il ponte romano a Ceniga con la piccola spiaggia sul fiume
    Foto: Promovideo, Garda Trentino
0 300 600 900 1200 m km 2 4 6 8 10 12

Una lunga discesa verso la valle del Sarca, dai fitti boschi del Monte Calino alla campagna che circonda Ceniga, adagiata sulla riva del fiume Sarca. 

difficile
12,9 km
6:17 h.
909 m
1762 m

Questa tappa rappresenta in breve una costante discesa verso la valle del Sarca, con una sola breve salita prima di tornare verso il fondovalle. Si cammina sempre immersi nel verde dei boschi, dove di tanto in tanto un improvviso diradarsi di rami permette alla vista di spaziare sul Basso Sarca e sul lago di Garda. Si tratta di un percorso che non richiede capacità alpinistiche, ma solamente un buon allenamento. 

Il percorso tocca la Croce di Bondiga, punto panoramico e luogo di sosta per gli escursionisti ma anche per i numerosi biker che percorrono i sentieri del Garda Trentino: da qui è possibile ammirare tutto l'Alto Garda.

Poco prima di arrivare a Ceniga, il Medium Loop attraversa la zona di Laghel, una valletta riparata nota in zona per il suo "lago che non c'è". In occasione di forti piogge si forma infatti un lago che viene poi riassorbito dal terreno e va ad alimentare una sorgente sottostante.

Consiglio dell'autore

 Alla fine del trekking, fermatevi alla spiaggetta sotto il Ponte Romano di Ceniga e concedetevi un bagno ristoratore nelle acque del fiume Sarca. 

 

outdooractive.com User
Autore
Valentina Bellotti
Ultimo aggiornamento: 30.07.2019

Difficoltà
difficile
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
1095 m
Punto più basso
100 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Consigli per la sicurezza

Le informazioni contenute in questo scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha quindi valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. In questo senso decliniamo ogni responsabilità per eventuali cambiamenti subiti dall’utente. Si consiglia, comunque, di accertarsi, prima di effettuare un’escursione, sullo stato dei luoghi e sulle condizioni ambientali o meteorologiche.  

Attrezzatura

Le escursioni in montagna richiedono abbigliamento e attrezzatura specifica. Anche in occasione di uscite relativamente brevi e agevoli, è sempre meglio essere ben equipaggiati per non incorrere in spiacevoli sorprese e per fronteggiare imprevisti come ad esempio un temporale improvviso o un calo di energia.

Cosa portare per un trekking in montagna?

Nello zaino (per un'escursione giornaliera di norma si consiglia un 25/30L) è bene portare:

  • boraccia (1L)
  • snack (per esempio, frutta secca o cioccolato)
  • kit di pronto soccorso
  • giacca antivento
  • una maglia in pile
  • maglietta e calze di ricambio (possibilmente chiusi in un sacchetto di plastica)
  • indossate o almeno portate nello zaino un paio di pantaloni lunghi
  • cappellino
  • crema solare
  • occhiali da sole
  • guanti
  • fischietto per farsi rintracciare in caso di emergenza
  • numero telefonico in caso di emergenza: 112

Indossate inoltre calzature adatte al percorso ed alla stagione. Il piano di calpestio dei sentieri può essere irregolare o sconnesso ed un paio di scarponcini vi proteggerà dalle distorsioni. Un pendio erboso, una placca di roccia o un sentiero ripido, se bagnati, possono diventare pericolosi senza calzature adeguate.

Per finire...
... non dimenticate la macchina fotografica! Servirà per immortalare l'escursione e gli innumerevoli scorci mozzafiato che il Garda Trentino nasconde ad ogni angolo. Se poi volete condividere con noi i vostri ricordi potete usare l'hashtag #GardaTrentino

Ulteriori informazioni e link

  • Il percorso è di norma fattibile tutto l'anno: solo nei mesi invernali è talvolta possibile trovare della neve lungo il percorso. Per tale ragione è sempre bene informarsi delle condizioni del tracciato nel caso si volesse affrontare tra novembre e marzo. In questo periodo è inoltre consigliato verificare le aperture di rifugi e strutture ricettive. 
  • Sul sito www.gardatrentino.it è possibile reperire informazioni su alloggi, disponibilità e prezzi nella zona di Ceniga, punto di arrivo della seconda tappa del GardaTre Medium Loop.
  • Per ulteriori informazioni su percorsi, servizi (guide, shop, rifugi  ecc...) e alloggi a misura di escursionista:  APT Garda Trentino - Tel. +39 0464 554444 - www.gardatrentino.it

Start

Rifugio San Pietro - Monte Calino (968 m)
Coordinate:
Geografico
45.932828, 10.838278
UTM
32T 642513 5088227

Arrivo

Ceniga

Percorso

Accanto al rifugio San Pietro si imbocca il sentiero SAT 401 (Sentiero Frassati) fino alla località Treni e poi alla Croce di Bondiga, qui si prosegue sul sentiero SAT 409. Oltrepassata la Bocca di Tovo, il punto più alto di questa tappa, si prosegue seguendo il segnavia SAT 409B, rimanendo sulla strada forestale fino a incrociare il sentiero SAT 407, che scende nel bosco fino alla strada asfaltata in località Mandrea. Attraversando la strada, si imbocca il sentiero SAT 408 fino alla Bocchetta di Padaro per scendere poi a Laghel: qui si svolta a sinistra e si prende la strada sterrata che risale  la valle fino alla loc. Fontane  per poi scendere verso Ceniga seguendo nell'ultimo tratto il sentiero SAT 431. 

Nota:
chi desidera accorciare il percorso, da Laghel può scendere verso Arco e da lì tornare a Riva del Garda con i mezzi pubblici. 

Mezzi pubblici

Raggiungibile con mezzi pubblici

Ceniga è collegata agli altri centri del Garda Trentino da una linea di autobus extraurbana.
Info sugli orari: www.gardatrentino.it

Non è disponibile alcun servizio di trasporto tra il rifugio San Pietro e Ceniga. 

Come arrivare

Come raggiungere il Garda Trentino; www.gardatrentino.it 

Dove parcheggiare

Parcheggio libero disponibile a Ceniga. 

Calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina, a piedi o in bicicletta.

Mappe e cartine consigliate

  • Cartina escursionistica Garda Trentino - In vendita presso uffici informazione Riva del Garda, Arco e Torbole e ordinabile online

Libri consigliati

Mostra tutto

Cartine consigliate

Mostra tutto


Domanda e risposta

Fai la prima domanda

Hai dei dubbi? Scrivi la tua domanda e fatti aiutare dalla community!


Recensioni

Sei il primo

Condividi la tua esperienza!


Foto aggiuntive


Difficoltà
difficile
Lunghezza
12,9 km
Durata
6:17 h.
Salita
909 m
Discesa
1762 m
Raggiungibile con mezzi pubblici Itinerario plurigiornaliero Panoramico Ristori lungo il percorso Rilevanza culturale / storico

Statistica

: ore
 km
 m
 m
Punto più alto
 m
Punto più basso
 m
Mostra il profilo altimetrico Nascondi il profilo altimetrico
Sposta le frecce a sinistra e a destra per cambiare il ritaglio visualizzato.