Seleziona una lingua
Community
Condividi
Preferiti
Crea itinerario fino qui Copia il percorso
Fitness
Trekking

Grande Guerra: da Biacesa a Cima Rocca

Trekking · Garda Trentino
Responsabile del contenuto
Garda Trentino Partner verificato  Explorers Choice 
  • mountain hike at Lake Garda: WWI: from S. Giovanni to Cima Rocca
    / mountain hike at Lake Garda: WWI: from S. Giovanni to Cima Rocca
    Video: Outdooractive
  • / Bivacco Arcioni
    Foto: Archivio Garda Trentino, Garda Trentino
  • / Abstieg nach Biacesa
    Foto: Martin Mandler, Community
  • / Cima Rocca
    Foto: Stefania Oradini, Garda Trentino
  • / Segnavia Chiesa S. Giovanni
    Foto: Stefania Oradini, Garda Trentino
  • / Verso Cima Rocca
    Foto: Stefania Oradini, Garda Trentino
  • / Nelle gallerie della Grande Guerra lungo il percorso
    Foto: G.P. Calzà ©APT Garda Trentino, Garda Trentino
m 1200 1000 800 600 400 200 6 5 4 3 2 1 km

Questo percorso è tra i più indicati per gli appassionati di storia: la visita al sistema di gallerie di Cima Rocca si accompagna a una vista mozzafiato sul lago di Garda 

 

difficile
6,5 km
2:30 h.
712 m
710 m

La Grande Guerra ha lasciato tracce indelebili in tutto il Garda Trentino e qui sono davvero ben visibili e tangibili. Proprio qui è percepibile lo sforzo immane messo in campo dall'esercito austriaco per difendere un confine importantissimo, con opere che al giorno d'oggi appaiono perfino incredibili. 

Le numerose diramazioni, chiuse al pubblico per motivi di sicurezza, mostrano l'intenzione dell'esercito austriaco di ampliare ulteriore il sistema fortificato, unendo la parte inferiore ai tunnel superiori. 

Consiglio dell'autore

Il sistema di gallerie di Cima Rocca è davvero complesso e affascinante, non dimenticare la torcia per visitarle. 
Profile picture of Staff Outdoor GardaTrentino SO
Autore
Staff Outdoor GardaTrentino SO 
Ultimo aggiornamento: 14.07.2020

Difficoltà
difficile
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
Cima Rocca, 1003 m
Punto più basso
Biacesa, 405 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic
Esposizione
NOSE

Possibilitá di ristoro

Bivacco Francesco Arcioni

Indicazioni sulla sicurezza

Le informazioni contenute in questo scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha quindi valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. In questo senso decliniamo ogni responsabilità per eventuali cambiamenti subiti dall’utente. Si consiglia, comunque, di accertarsi, prima di effettuare un’escursione, sullo stato dei luoghi e sulle condizioni ambientali o meteorologiche.  

Ulteriori informazioni e link

  • Una interessante variante di questo itinerario porta a Cima Capi, altro spettacolare punto panoramico sul lago di Garda. 
    Attenzione! Questa variante prevede un tratto di via ferrata, occorre quindi il kit da ferrata (imbracatura e casco).  Da Cima Rocca si seguono le indicazioni per Bocca Pasumer (SAT 471), si imbocca per un breve tratto il sentiero SAT 405B fino a incrociare la via ferrata Fausto Susatti (SAT 405), che ricalca un percorso di guerra austriaco. Sulla dorsale, infatti, si trovano ovunque resti di postazioni, caverne e trincee che costituivano la prima linea del fronte austriaco. Raggiunta Cima Capi, si rientra percorrendo a ritroso l'ultimo tratto di sentiero SAT 405 fino a incrociare il sentiero SAT 460 Mario Foletti, che attraversa a mezza costa cima Capi e ci riporta al bivacco Arcioni. Di qui si prosegue sul percorso fatto all'andata.  
  •  Per ulteriori informazioni su percorsi, servizi (guide, shop, rifugi  ecc...) e alloggi a misura di escursionista: 
    APT Garda Trentino - Tel. +39 0464 554444 - www.gardatrentino.it

Partenza

Biacesa - Ledro (404 m)
Coordinate:
DD
45.865621, 10.806705
DMS
45°51'56.2"N 10°48'24.1"E
UTM
32T 640235 5080704
w3w 
///gazze.superi.antichi

Arrivo

Cima Rocca

Direzioni da seguire

A Biacesa si imbocca il sentiero SAT 417, che diventa presto una mulattiera ciottolata che risale il versante della montagna. Al bivio si seguono le indicazioni per il sentiero SAT 460 che porta alla chiesetta di San Giovanni, ricostruita negli anni Ottanta. Nelle vicinanze si trova anche il bivacco Arcioni, intitolato al tenente Francesco Arcioni caduto proprio in queste zone nel 1916. Dalla chiesetta le indicazioni "Gallerie di guerra" (sentiero SAT 471) portano ad esplorare il complesso delle postazioni austriache di Cima Rocca. 
Da qui, è possibile scendere su percorso attrezzato (segnavia SAT 471A) oppure tornare all'imbocco della terza galleria e da lì al percorso seguito all'andata. Si rientra sul sentiero SAT 417. 

 

 

Nota


Vedi tutte le segnalazioni sulle aree protette

Mezzi pubblici

Raggiungibile con mezzi pubblici

Biacesa è raggiungibile con la linea Riva del Garda - Valle di Ledro. 
Per info sugli orari: www.gardatrentino.it 

Come arrivare

Biacesa si raggiunge da Riva del Garda (6 km) seguendo le indicazioni per la Valle di Ledro. Biacesa è il primo paese che si incontra dopo aver superato il lungo tunnel. 

Dove parcheggiare

In paese a Biacesa

Coordinate

DD
45.865621, 10.806705
DMS
45°51'56.2"N 10°48'24.1"E
UTM
32T 640235 5080704
w3w 
///gazze.superi.antichi
Come arrivare in treno, in auto, a piedi o in bici.

Titoli consigliati

  • Sentieri di confine. Quaderno n. 9 Associazione Riccardo Pinter  di Donato Riccadonna e Mauro Zattera

Mappe consigliate

  • Mappa escursionistica Garda Trentino - In vendita presso uffici informazione Riva del Garda, Arco e Torbole e ordinabile online

Guide consigliate in questa regione:

Mostra tutto

Cartine consigliate

Mostra tutto

Attrezzatura

Questo percorso prevede tratti catalogati come  SENTIERO  EEA da affrontare solamente con attrezzatura per via ferrata e torcia

Questa tipologia di itinerario richiede non solo attrezzatura adeguata ma anche conoscenze tecniche adeguate e un notevole grado di allenamento. 

Le escursioni in montagna richiedono abbigliamento e attrezzatura specifica. Anche in occasione di uscite relativamente brevi e agevoli, è sempre meglio essere ben equipaggiati per non incorrere in spiacevoli sorprese e per fronteggiare imprevisti come ad esempio un temporale improvviso o un calo di energia.

Cosa portare per un trekking in montagna?

Nello zaino (per un'escursione giornaliera di norma si consiglia un 25/30L) è bene portare:

  •  boraccia (1L)
  • snack (per esempio, frutta secca o cioccolato)
  • kit di pronto soccorso
  • giacca antivento
  • una maglia in pile
  • maglietta e calze di ricambio (possibilmente chiusi in un sacchetto di plastica)
  • indossate o almeno portate nello zaino un paio di pantaloni lunghi
  • cappellino
  • crema solare
  • occhiali da sole
  • guanti
  • fischietto per farsi rintracciare in caso di emergenza
  • numero telefonico in caso di emergenza: 112

Indossate inoltre calzature adatte al percorso ed alla stagione. Il piano di calpestio dei sentieri può essere irregolare o sconnesso ed un paio di scarponcini vi proteggerà dalle distorsioni. Un pendio erboso, una placca di roccia o un sentiero ripido, se bagnati, possono diventare pericolosi senza calzature adeguate.

Per finire...
... non dimenticate la macchina fotografica! Servirà per immortalare l'escursione e gli innumerevoli scorci mozzafiato che il Garda Trentino nasconde ad ogni angolo. Se poi volete condividere con noi i vostri ricordi potete usare l'hashtag #GardaTrentino


Domande e risposte

Domanda da Lella Santini · 22.06.2020 · Community
Volevo sapere se il giro è regolarmente aperto e se le strutture ricettive, i rifugi sono regolarmente aperti
Visualizza di più
Buongiorno Lella, il giro è regolarmente aperto. Il bivacco Arcioni è generalmente presidiato la domenica.

Recensioni

Condividi la tua esperienza

Aggiungi il primo contributo della Community

Foto di profilo
Martin Mandler
09.12.2015 · Community
Variante: Abstieg vom Gipfle "Rocca" auf die Bocca Pasumer. Hier einen schlechter markierten, aber guten Weg durch ein steiles Waldstück zur Scharte Bochet die Concoli 1.208 m. Hier verzweigen mehrerer Wege. Wir nahmen den Sentiero Rino Zanotti, Nr. 417, auf den Rochetta Ciochello 1.540 m. Dann in etwas Auf und Ab über den Kamm auf die Cima Valdes. Der Weg ist gut erkennbar, wenngleich nicht immer gut markiert. Von der Cima über die Wiesen absteigend zu den Almhütten an der Bocca Giumella. Nun steil durchs Val Giumella hinab nach Biacesa. Der Weg ist anfangs markiert. nach ca. 300 m kommt eine Weggabelung (Wegweiser). Hier nimmt man den linken, deutlich erkennbaren alten Almweg. Die Abzweigung ist leicht zu finden. Steil hinab bis zur malerischen Malga Giumella inferiore und weiter auf einem typisch betonierten Gardasee-Almweg nach Biacesa. Bemerkenswert an diesem Tag war das schuhtiefe, trockene Buchenlaub, durch das wir über Stunden gewatet sind. Gesamtzeit inkl. dieser Variante etwa 6 h.
Visualizza di più
Data: 08.12.2015
Bochet die Concoli 1.208 m
Foto: Martin Mandler, Community
Rochetta Ciochello 1.540 m
Foto: Martin Mandler, Community
Cima Valdes zur Bocca Giumella
Foto: Martin Mandler, Community
Abstieg nach Biacesa
Foto: Martin Mandler, Community

Foto di altri utenti

Bochet die Concoli 1.208 m
Rochetta Ciochello 1.540 m
Cima Valdes zur Bocca Giumella
Abstieg nach Biacesa

Difficoltà
difficile
Lunghezza
6,5 km
Durata
2:30h.
Dislivello
712 m
Discesa
710 m
Raggiungibile con mezzi pubblici Percorso ad anello Panoramico Rilevanza culturale/storica Passaggio in vetta Tratti attrezzati

Statistiche

  • 2D 3D
  • Contenuti
  • Show images Nascondi foto
: ore
 km
 mt
 mt
 mt
 mt
Muovi le frecce per aumentare il dettaglio