Condividi
Preferiti
Crea itinerario fino qui
Fitness
Trekking

Tesori Nascosti: il Sentiero dei "Maroneri" a Campi

Trekking · Garda Trentino
Responsabile del contenuto
Garda Trentino Partner verificato  Explorers Choice 
  • Il paese di Campi
    / Il paese di Campi
    Foto: Archivio Garda Trentino, Garda Trentino
  • Il paese di Campi
    / Il paese di Campi
    Foto: Fototeca Garda trentino spa, Garda Trentino
  • Il castagneto di San Martino a Campi
    / Il castagneto di San Martino a Campi
    Foto: M. Meiche, Garda Trentino
  • Castagneto nei dintorni di Campi
    / Castagneto nei dintorni di Campi
    Foto: M. Meiche, Garda Trentino
Cartina / Tesori Nascosti: il Sentiero dei "Maroneri" a Campi
450 600 750 900 1050 m km 1 2 3 4 5 6

Itinerario che cinge la conca di Campi, piccola frazione montana di Riva del Garda: protagonisti sono i castagneti monumentali, che caratterizzano il paesaggio da secoli. 

media
6,9 km
3:00 h.
341 m
341 m

Itinerario semi-escursionistico che unisce in un percorso circolare cinque dei castagneti della zona di Campi, immersi in una valle verde e rigogliosa tra il monte Tombio e il monte Parì.

Campi -  suddiviso in un centro più folto e piccoli gruppi di case che portano spesso il nome di famiglie del paese - è una piccola frazione di Riva del Garda, adagiata in una conca protetta dalle pendici dei monti.

Posta sulla via di collegamento tra il Garda Trentino, la Valle di Ledro e le Giudicarie, la zona è stata abitata e contesa fin dall'epoca pre-romana grazie alla sua posizione strategica. Oggi è punto di passaggio di numerosi itinerari escursionistici e mtb, che si snodano sui sentieri e sulle strade forestali dei boschi circostanti. 

Una tappa gastronomica imperdibile in zona per ristorarsi dopo l'escursione è Capanna Grassi, un rifugio raggiungibile anche in macchina che offre la tipica cucina trentina, rustica e saporita.  

Consiglio dell'autore

Lo sapevi? Il "marone" è simile alla castagna, ma si distingue per la dimension, per la forma della base e per il gusto

outdooractive.com User
Autore
Valentina Bellotti
Ultimo aggiornamento: 11.02.2019

Difficoltà
media
Tecnica
Impegno fisico
Emozione
Paesaggio
Punto più alto
919 m
Punto più basso
613 m
Periodo consigliato
gen
feb
mar
apr
mag
giu
lug
ago
set
ott
nov
dic

Consigli di sicurezza

Gli itinerari “Tesori Nascosti” sono stati ideati per far conoscere le località meno note e le strade meno battute del Garda Trentino: per questo motivo spesso lungo il percorso la segnaletica è eterogenea o del tutto assente. Si raccomanda perciò di ricorrere a una buona mappa dell'area da portarsi durante l'escursione. Ricordatevi poi i riferimenti geografici di massima: Lago di Garda = sud, monte Stivo = est, Rocchetta = ovest, Castello di Arco = Nord.

Il numero di telefono per le emergenze è il 112.

Le informazioni contenute in questo scheda sono soggette ad immancabili variazioni, nessuna indicazione ha quindi valore assoluto. Non è possibile evitare del tutto inesattezze o imprecisioni, in considerazione della rapidità dei cambiamenti ambientali o meteorologici che possono verificarsi. In questo senso decliniamo ogni responsabilità per eventuali cambiamenti subiti dall’utente. Si consiglia, comunque, di accertarsi, prima di effettuare un’escursione, sullo stato dei luoghi e sulle condizioni ambientali o meteorologiche. 

Attrezzatura

Le escursioni in montagna richiedono abbigliamento e attrezzatura specifica. Anche in occasione di uscite relativamente brevi e agevoli, è sempre meglio essere ben equipaggiati per non incorrere in spiacevoli sorprese e per fronteggiare imprevisti come ad esempio un temporale improvviso o un calo di energia.

Cosa portare per un trekking in montagna?

Nello zaino (per un'escursione giornaliera di norma si consiglia un 25/30L) è bene portare:

  • boraccia (1L)
  • snack (per esempio, frutta secca o cioccolato)
  • kit di pronto soccorso
  • giacca antivento
  • una maglia in pile
  • maglietta e calze di ricambio (possibilmente chiusi in un sacchetto di plastica)
  • indossate o almeno portate nello zaino un paio di pantaloni lunghi
  • cappellino
  • crema solare
  • occhiali da sole
  • guanti
  • fischietto per farsi rintracciare in caso di emergenza
  • numero telefonico in caso di emergenza: 112

Indossate inoltre calzature adatte al percorso ed alla stagione. Il piano di calpestio dei sentieri può essere irregolare o sconnesso ed un paio di scarponcini vi proteggerà dalle distorsioni. Un pendio erboso, una placca di roccia o un sentiero ripido, se bagnati, possono diventare pericolosi senza calzature adeguate.

Per finire... ... non dimenticate la macchina fotografica! Servirà per immortalare l'escursione e gli innumerevoli scorci mozzafiato che il Garda Trentino nasconde ad ogni angolo. Se poi volete condividere con noi i vostri ricordi potete usare l'hashtag #GardaTrentino

Ulteriori informazioni e link

  • Il sito archeologico di San Martino è uno dei più significativi del Garda Trentino.
    Percorrendo un sentiero nel bosco, lungo cui si trovano strane figure scolpite nel legno, si raggiunge la zona alta del sito, dove è stato portato alla luce un luogo di culto preromano (III– I secolo a.C.), trasformato nella metà del I secolo a.C. in un santuario romano (I secolo a.C.- IV secolo d.C.), con l’aggiunta di una “scala monumentale”, tutt’oggi percorribile. Quest’edificio sorgeva a strapiombo sulla montagna, regalando una vista mozzafiato dei paesini sottostante il monte. Qualche minuto di cammino ancora e si arriva ai resti di un villaggio, abbandonato nell'VIII secolo d.C. a seguito di un incendio. Qui si indovinano i ruderi  della piccola chiesa dedicata a San Martino (VIII-XVIII secolo d.C.).
  • La diffusione del castagno, in Trentino come altrove, è legata al grande valore rappresentato in passato da questa specie per la gente di montagna, che da questa pianta traeva una importante fonte di sostentamento.  Il suo frutto è infatti molto nutriente ed era un importante complemento per la dieta locale. Di questo passato, rimangono tracce nei numerosi castagneti del Garda Trentino, tra cui ricordiamo quelli di Drena, Pranzo, Tenno e Campi. Oggi i "marroni" (più grandi e saporiti delle normali castagne) sono protagonisti di feste e di menu dedicati nel periodo autunnale. Per informazioni: www.gardatrentino.it 
  • Per ulteriori informazioni su percorsi, attività, eventi  e hotel del Garda Trentino: APT Garda Trentino - Tel. +39 0464 554444 - www.gardatrentino.it

Start

Campi (669 m)
Coordinate:
Geografico
45.911279, 10.812687
UTM
32T 640584 5085787

Arrivo

Campi

Percorso

L'itinerario parte dalla chiesa di San Rocco in centro a Campi. Seguendo le indicazioni per l'area archeologica San Martino si sale verso nord lungo le scale accanto alla chiesa e poi lungo il sentiero. Raggiunta l'area archeologica, dopo la visita si prosegue a salire attraverso l'omonimo castagneto. Al bivio con la strada asfaltata, tenere la destra e proseguire circa un km sulla carreggiata. Poco oltre la fine del guardrail, imboccare la prima stradina sterrata che si incontra alla sinistra, e scendere fino al primo tornante. Al bivio seguente, svoltare a destra per raggiungere il castagneto monumentale dell'Otene, che si attraversa verso nord-est in direzione dell'albero secolare a monte del sentiero.

Ritornati al bivio, si scende lungo la strada forestale, in questo tratto appena tracciata, fino a raggiungere la strada. Si prosegue lungo la carreggiata fino all'incrocio successivo, dove si svolta a destra e si raggiunge l'abitato. Poco oltre, a destra sulla collina, si trova il castagneto Parisi. Si prosegue diritti fino al termine della strada asfaltata, poi al primo bivio successivo, si svolta a sinistra seguendo il sentiero in direzione di località Righi. Al bivio nei pressi dell'abitato, si tiene la destra e si prosegue; il castagneto Righi si trova sulla destra della strada (visita opzionale, tornare in questo punto al termine). Si prosegue diritti per la strada interpoderale per circa 500 metri, seguendo poi il sentiero che sulla sinistra riconduce alla strada asfaltata nei pressi della chiesa di San Rocco antica.

Si prosegue sulla strada fino all'abitato successivo (località Zucchetti) e tenendo la sinistra, si rientra poi verso la chiesa parrocchiale sempre lungo la strada per concludere l'itinerario.

Come arrivare

Campi si raggiunge da Riva del Garda seguendo prima la SS 240 e poi, girando a sinistra, la SP 37: dopo il paese di Pranzo si imbocca il bivio sulla sinistra e si raggiunge in breve Campi (ca. 12 km da Riva).

Come arrivare nel Garda Trentino: www.gardatrentino.it 

Dove parcheggiare

Alcuni posti auto sono disponibili nei pressi della chiesa. Sul percorso, ulteriori posti auto gratuiti sono disponibili in prossimità dell'area archeologica San Martino. 

Calcola il viaggio per arrivare in treno, in macchina, a piedi o in bicicletta.

Mappe e cartine consigliate

  • Cartina "Tesori Nascosti", disponibile gratuitamente negli uffici informazione di Riva del Garda, Arco e Torbole sul Garda

Libri & cartine

Mostra tutto

Cartine consigliate

Mostra tutto


Domanda e risposta

Fai la prima domanda

Hai dei dubbi? Scrivi la tua domanda e fatti aiutare dalla community!


Recensioni

Sei il primo

Condividi la tua esperienza!


Foto aggiuntive


Difficoltà
media
Lunghezza
6,9 km
Durata
3:00 h.
Salita
341 m
Discesa
341 m
Itinerario circolare Interesse botanico

Statistica

: ore
 km
 m
 m
Punto più alto
 m
Punto più basso
 m
Mostra il profilo altimetrico Nascondi il profilo altimetrico
Sposta le frecce a sinistra e a destra per cambiare il ritaglio visualizzato.